La "Santa dei casi impossibili"
dall'8 Febbraio al 16 Maggio 2024
Notizie storiche della chiesa di Santa Rita
  • Orari apertura
  • Orari SS. Messe

19 MAGGIO - PENTECOSTE

La "sinfonia" dello spirito

Il racconto della Pentecoste non narra solo un evento passato, ma richiama una realtà presente: l’azione continua e progressiva dello Spirito Santo nella vita della Chiesa. Con un registro musicale denso di suoni, la liturgia ci immette nella grande “sinfonia” dello Spirito che avvolge la storia umana. Al «fragore come di vento», al «parlare in altre lingue», al «rumore» che raduna la folla risponde l’armonia di tante voci diverse intrecciate in un unico coro, unite nell’accordo di pace. Lo stesso Spirito, il cantore, dirà «tutto ciò che avrà udito» nel dialogo ininterrotto d’amore tra Padre e Figlio. Celebrare la Pentecoste è prendere parte a questa sinfonia, è lasciarci guidare dai desideri dello Spirito per attingere ogni giorno il coraggio di amare. Se ascoltiamo il suo umile sussurro siamo resi capaci di percepire non solo la melodia portante della storia della salvezza nei suoi grandi eventi, ma anche il sottofondo tenue della sua azione quotidiana nell’intimo dei cuori.

Calendario liturgico

20 Lunedì * B.V. Maria Madre della Chiesa (memoria). Di te si dicono cose gloriose, città di Dio! Gesù ci affida alla Madre e chiede a noi di prenderla fra le nostre “cose” più care. 2° giorno del Triduo: "Santa Rita madre di speranza"

21 Martedì - Affida al Signore il tuo peso ed egli ti sosterrà. Ai discepoli, alla continua ricerca di grandezza, Gesù insegna che è più grande chi è più umile. 3° giorno del Triduo: "Santa Rita consacrata nella verità"

22 Mercoledì * Santa Rita da Cascia 

O Santa Rita, noi ci affidiamo alla tua intercessione presso Dio; tu che hai vissuto come sposa, aiuta le nostre famiglie a ritrovare continuamente la sorgente dell’amore, della fedeltà e della concordia; tu che hai sperimentato la gioia della maternità, illumina i nostri giovani affinché sappiano percorrere la via del Vangelo e siano perseveranti nella ricerca della verità; tu che hai provato il dolore della vedovanza, insegnaci a perdonare le offese ricevute e consola quanti sono nella sofferenza; tu che ti sei donata senza riserve alla sequela del Maestro e hai portato nel cuore e sulla fronte il segno della sua passione, alimenta in noi il desiderio di una vita cristiana autentica e coerente perché possiamo crescere nell’amore di Dio e testimoniarlo con gioia ai nostri fratelli.


23 Giovedì - Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Il Signore ci invita a non anteporre nulla al Vangelo, qualsiasi sacrificio questo richieda. 

24 Venerdì * B. V. Maria Ausiliatrice (memoria). Misericordioso e pietoso è il Signore. Gesù difende il matrimonio. Se il divorzio fu ammesso dalla Legge di Mosè lo fu per la durezza di cuore del popolo. 

25 Sabato - La mia preghiera stia davanti a te come incenso. Dobbiamo accogliere il regno di Dio con l’atteggiamento di fiducia e semplicità di un bambino. 

 

SETTIMANA LITURGICA

CALENDARIO MENSILE

↓    ↓    ↓

 

Lunedì dopo Pentecoste: Beata Vergine Maria Madre della Chiesa

La Congregazione per il Culto, in concomitanza con il 160.mo anniversario della prima apparizione della Vergine a Lourdes (1858), ha disposto l’iscrizione della memoria della “Beata Vergine Maria Madre della Chiesa ” nel Calendario Romano generale: così tutta la Chiesa, di rito romano e ambrosiano, celebra la memoria di Maria Madre della Chiesa il lunedì dopo Pentecoste.
Il titolo di Madre della Chiesa è presente già da sant’Agostino e nel corso dei secoli fino al Concilio Vaticano II, ma si ritiene che questa devozione possa favorire la crescita del senso materno della Chiesa nei pastori, nei religiosi e nei fedeli e potrà aiutare a ricordare che la vita cristiana per crescere deve essere ancorata al mistero della Croce, all’oblazione di Cristo, alla Vergine sofferente, Madre del Redentore e dei redenti.

24 maggio: Beata Vergine Maria Ausiliatrice

Nelle litanie Lauretane la Vergine viene anche invocata come “Aiuto dei Cristiani”. La circostanza che suggerì al papa domenicano S. Pio V di usare ufficialmente questo titolo fu la famosa battaglia navale di Lepanto (1571) dove la flotta musulmana fu vinta: il pontefice aveva affidato le armate e i destini dell’Occidente cristiano - minacciato da secoli dai turchi che erano giunti ormai fino a Vienna - alla intercessione della Madonna. Per questo istituì la festa del S. Rosario e nelle litanie, a fianco delle invocazioni “Consolatrix afflictorum” (Consolatrice degli afflitti) e “Refugium peccatorum” (Rifugio dei peccatori), aggiunse “Auxilium Christianorum” (Aiuto dei Cristiani). Nell’Ottocento il culto mariano sotto questo titolo fu ravvivato ad opera di due grandi devoti della Vergine: il beato Bartolo Longo, creatore del santuario di Pompei, e san Giovanni Bosco, che a Torino nel rione di Valdocco costruì in soli tre anni la basilica di Maria Ausiliatrice, inaugurandola nel 1868. Alcuni decenni prima, nel 1815, papa Pio VII aveva istituito questa apposita festa al 24 maggio per ringraziare la Vergine della sua liberazione dopo la quinquennale prigionia napoleonica. 

Confraternita

di Santa Rita

La storia e lo statuto della confraternita

16 Novembre 2014

Ricordo di Mons. Luigi Molinari

“Un uomo mite con una grande dedizione nel servizio della Chiesa”

30 Settembre 2015

Benedizione della grande statua di Santa Rita

collocata al bivio tra Cascia e Roccaporena

13 Maggio 2021

Visita pastorale del Cardinale Vicario

In occasione della conclusione dei 15 Giovedi di Santa Rita

DOVE SIAMO

qxio-location

Via dell'Umità 83/B - 00187 ROMA

qxio-ios-telephone

06-67.84.031

qxif-external-link-alt

CONTATTACI